Chi siamo

 

I  VALLI
Le famiglie con cognome VALLI sono in Italia più di duemila, di cui mille in Lombardia, quattrocento in Emilia Romagna, le altre in Lazio, Piemonte e Toscana (vedi cartina 1)

Il comune italiano con il maggior numero di Valli è Milano (effetto dell’urbanizzazione) con 83, seguito da Reggio Emilia con 76, Forlì con 68 e Lezzeno (CO) con 58 Valli su 2000 abitanti, ma il primato di densità è di Rodero con 48 famiglie Valli su 1000 abitanti. In un bel libro fatto dalla parrocchia e dal comune di Rodero risulta che «il cognome più diffuso da almeno 400 anni è VALLI».

Chi siamo, quindi, noi? Siamo senza dubbio i VALLI di Rodero.
Dai registri della parrocchia di Rodero, gli ascendenti del nonno Enrico, genitori, nonni, bisnonni, fino all'anno 1603, sono tutti nati e sposati a Rodero con mogli di Rodero, e tutti di professione contadino. Nessun segno di nobiltà, se non la vera e autentica nobiltà degli uomini: il lavoro.
Una curiosità: dopo molti secoli, il nonno Enrico, sposandosi sul finire del secolo XIX, ha realizzato quel cambiamento sociale che il secolo XX avrebbe portato a livello globale, almeno nell'Occidente: ha sposato, per la prima volta nella famiglia, una "forestiera", nata a Ligurno (a 5 km!) e non a Rodero, di professione tessitrice (settore secondario: industria), lui che era di professione cameriere (settore terziario). Era finita l'era, durata millenni, che vedeva la gente nascere, vivere e morire sempre nello stesso posto e facendo quasi tutti un unico lavoro: il contadino.
In quegli stessi anni, il fratello di Enrico, Antonio, emigrava in Argentina [vedere l’albero nella home page], contribuendo, con migliaia di altri italiani, alla creazione della nazione argentina con l'aumento della popolazione (un terzo della popolazione è oggi di origine italiana) e col lavoro (el señor Antonio Valli - come dice un diario del 1911 - aveva realizzato nella pampa la più grande piantagione di agrumi dell'Argentina).

 

I  BROGGI
Le famiglie con cognome Broggi sono in Italia molto meno numerose dei Valli: poco più di ottocento, distribuite in 243 comuni, quasi tutte residenti in Lombardia (vedi cartina 2) nelle province di Varese, Como e Milano. Il comune col maggior numero di Broggi è, per effetto dell’urbanizzazione, Milano con 89, seguito da Cantù con 81, Tradate con 47, Varese con 30, e, incredibilmente, dal comune d'origine,Cantello di cui Ligurno è una frazione - che conta solo 18 famiglie Broggi. Anche gli antenati Broggi sono tutti nati e sposati a Ligurno con mogli di Ligurno (come i Valli a Rodero).

I “nostri” sono quindi i BROGGI di Ligurno.
Ma, essendo le famiglie Broggi tutte concentrate nelle province di Varese, Como e Milano, non saranno tutte originarie di Ligurno?

*****************

La tanto diversa distribuzione dei nostri due cognomi, così vicini invece nella storia, può essere spiegata con la loro origine. Il cognome Valli ha chiaramente origine “toponomastica” (“quelli che vivono o vengono dalla valle”): a Rodero c’è la Val Morea e sugli antichi registri (in latino) i nostri antenati sono indicati col cognome De Vallis. Ma una valle può trovarsi dovunque: ecco perché troviamo molti Valli anche in Emilia-Romagna, in Piemonte e in Lazio. Il cognome Broggi, invece, trova diffusione solo in Lombardia perché ha origine “onomastica”: deriva dal nome di Ambrogio, il grandissimo Santo e uomo di stato del IV secolo, fondatore della Chiesa ambrosiana.

Due curiosità genealogiche.
La prima. Le attuali famiglie Valli di Rodero e Broggi di Ligurno discendono entrambe dallo stesso antenato: Carlo V. Broggi (1847-1904), che era padre di Carolina (moglie di Enrico Valli) e dei suoi fratelli Ottavio, Maria, Mario, Oreste, Angelo e Santina, e quindi suocero del nonno Enrico Valli.
La seconda. Gerolamo Broggi (1784-1817) e Giuseppa Broggi (anca lé!) (1782-1843), che sono nonni del Carlo V. Broggi di cui sopra, sono pure bisnonni sia di Enrico Valli che di Carolina Broggi.
In altre parole, il capostipite dei Valli, il nonno Enrico Valli, non solo aveva sposato una Broggi (Carolina), non solo era figlio di una Broggi (Rosa), ma aveva due bisnonni che, oltre a essere Broggi entrambi, erano gli stessi bisnonni di sua moglie.
Insomma, Broggi dappertutto. Ma allora, siamo tutti Broggi ?

I VALLI

I BROGGI