Prefazione

 

 

 

 

 

Per chi, come me, ha avuto la fortuna di conoscerlo, il nonno Enrico era veramente un mito.
Altissimo, diritto, severo, con un portamento nobile e quasi altero, ma con un’ombra di sorriso buono sotto i baffoni grigi e nei chiari occhi azzurri, sempre inappuntabilmente vestito col suo completo di panno nero sopra la camicia di flanella grigia (mai visto in maniche di camicia!), di poche ma pungenti parole, aveva un atteggiamento aristocratico da vecchio nobiluomo abituato da sempre ad essere servito e rispettato......

 

Ecco il diario dei suoi primi 23 anni

 
scarica in formato PDF
scarica in formato Ms-Word
scarica in formato ZIP